Venezia e la Riforma Radicale

Dr. Riccarda Suitner

Il panorama religioso della Repubblica di Venezia intorno alla metà del XVI secolo è segnato dai tentativi dell'Inquisizione di penetrare e distruggere le conventicole, prevalentemente anabattiste e/o antitrinitarie, che s'ispiravano alla Riforma d'oltralpe ed erano sorte in tutto lo stato. La diffusione di idee della cosiddetta "Riforma radicale" in questi territori fu più agevole che in altre zone della penisola italiana, per una serie di ragioni: il maggior volume di contatti internazionali e la presenza di stranieri, la florida e relativamente libera industria libraria, i caratteri del nonconformismo veneziano e l'indipendenza politica, che dai primi secoli della sua storia aveva conferito alla Repubblica una forte impronta antiromana e antipapale. Oggetto di questo progetto di ricerca è la storia della diffusione della Riforma radicale nella Repubblica di Venezia nella prima età moderna, partendo dalla fase immediatamente successiva alla riforma luterana fino alla sporadica sopravvivenza di gruppi e singoli individui nella seconda metà del XVI secolo.

Dr. Riccarda Suitner
Ricercatrice per l'Età moderna
Curriculum vitae
Pubblicazioni
+39 06 66049227
suitner[at]dhi-roma.it