Sovrani anziani nel medioevo: re, dogi e papi. Contributo per una medievistica gerontologica

Dr. Christian Alexander Neumann

Ritratto del doge Francesco Foscari (gov. 1423–1457) realizzato da Lazzaro Bastiani (Venezia, Museo Civico Correr © Wikipedia Commons).

La vecchiaia, oppure l'invecchiare, è un fenomeno universale e complesso: da un lato esso rimanda a un processo biologico dal percorso graduale, dall'altro lato costituisce un oggetto di ricerca culturalmente costruito e pertanto variabile. Un quesito fondamentale del progetto è quello dell'influenza esercitata dal fattore della "vecchiaia" sulle attitudini che guidano l'azione dell'uomo. Il discorso vale in particolare per i detentori del potere politico e riguarda anche altre epoche storiche. Il progetto mira a indagare, a livello comprensivo e sulla base di un approccio comparativo, la fase di vecchiaia, vissuta dai sovrani medievali, da una prospettiva medievistico-gerontologica interdisciplinare. Fino ad oggi la vecchiaia e l'invecchiare dei sovrani non sono stati analizzati né in una solida ottica teorica né su una vasta base di dati empirici. Pertanto appare proficuo applicare il concetto di "gerontocrazia" alla storia medievale e discuterlo sul piano teorico. Si intende coniugare tre tradizioni di ricerca finora sviluppatesi in gran parte su linee separate: la ricerca medievistica sulla vecchiaia, la ricerca medievistica sulla monarchia, e la gerontologia moderna. In questo modo si guarda da un lato in una nuova prospettiva sulla monarchia medievale, e dall'altro lato si mette alla prova le teorizzazioni gerontologiche, riferendole a concreti esempi storici. Saranno presi in considerazione i re d'Inghilterra, i dogi veneziani e i papi. All'interno di questi casi di studio si procederà a ulteriori restrizioni, data la gran quantità di materiale offerta. Saranno adoperate, una dopo l'altra, tre prospettive, quella discorsiva, quella discorsivo-prasseologica e quella prasseologica, per approfondire i quesiti fondamentali del progetto: in quale misura le rappresentazioni di sovrani anziani, basate sui testi, erano influenzate da concezioni normative e ideali discorsive, e in quale misura l'agire dei sovrani cambiava nel corso del loro invecchiamento?

Dr. Christian Alexander Neumann
Ricercatore Medioevo
Curriculum vitae
Pubblicazioni
+39 06 66049255
neumann[at]dhi-roma.it