Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken (QFIAB)


Contatto

Redazione QFIAB: Susanne Wesely
Istituto Storico Germanico di Roma, Via Aurelia Antica 391, 00165 Roma
Tel. +39 06 66049261; Telefax +39 06 6623838

Informazioni generali

I contributi della rivista storica "Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken" (QFIAB), nata nel 1898 e curata dall'Istituto Storico Germanico, si concentrano sulla storia italiana, considerata nei suoi nessi europei e globali e con particolare riferimento allo spazio linguistico tedesco, dal primo medioevo fino al presente. La rivista esce una volta all'anno e si suddivide in sezioni monografiche, articoli, recensioni e resoconti di convegni. Nuovi sviluppi e dibattiti storiografici si approfondiscono nelle sezioni Forum e Forschungsberichte (Rassegne critiche della ricerca).

Gli articoli e le recensioni vengono di norma redatti in tedesco o in italiano. Tutti gli articoli inviati alla rivista sono sottoposti a una peer review.

Si invitano gli autori e le autrici di opere storiografiche relative alla storia italiana o ai rapporti italo-tedeschi (tra il primo medioevo e il presente) e le loro case editrici a inviarne una copia da recensire alla redazione della rivista.
 

Volumi pubblicati e consultazione online

A partire dal volume 38 i testi integrali sono disponibili anche in rete, a titolo gratuito, all'indirizzo della piattaforma per le pubblicazioni della fondazione DGIA perpectivia.net. Per il periodo fino al termine del vincolo sono consultabili, allo stesso indirizzo, gli abstracts dell'ultimo volume pubblicato.

Elenco di tutti i volumi pubblicati
 

Indici

Register zu den Bänden 1-75 (1898-1995). Bearb. von Helen Meyer-Zimmermann. (VIII e 437 pp.) Tübingen: Niemeyer, 1997. (disponibile)

Register zu den Bänden 1-50: 1898-1971. Bearb. von Brigitte Szabó-Bechstein (148 pp.) Tübingen: Niemeyer, 1973. Online
 

Estratti dalla rivista

(tutte apparse presso il Max Niemeyer Verlag, Tübingen; fuori commercio, salvo diversa indicazione)

Vol. 71: Das Repertorium Germanicum. EDV-gestützte Auswertung vatikanischer Quellen: neue Forschungsperspektiven. Beiträge von Arnold Esch, Brigide Schwarz, Andreas Meyer, Erich Meuthen, Hubert Höing und Dieter Brosius. Sonderausgabe aus: Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken 71/1991 (pp. 241-339).

Vol. 53: Nuntiaturberichte und Nuntiaturforschung. Kritische Bestandsaufnahme u. neue Perspektiven. Beiträge von Heinrich Lutz, Gerhard Müller u. a. (pp. VII-XIII, 152-275, XV-XXIV). Tübingen 1976.

Vol. 50/52: Lill, Rudolf: Die Wende im Kulturkampf. Leo XIII., Bismarck und die Zentrumspartei 1878-1880 (XX pp., pp. 228-282, 658-729). Tübingen 1973. (esaurito)

Vol. 51: Diener, Hermann: Die grossen Registerserien im Vatikanischen Archiv (1378-1523). Hinweise und Hilfsmittel zu ihrer Benutzung und Auswertung (68 pp., 3 tavv., 7 fogli pieghevoli). Tübingen 1972.

Vol. 42/43: Marinus von Eboli "Super revocatoriis" und "De confirmationibus". 2 Abhandlungen des Vizekanzlers Innocenz' IV. über das päpstliche Urkundenwesen. Von Peter Herde (150 pp.) Tübingen 1964. (esaurito)

Vol. 39/40: Goetz, Helmut: I membri francesi del governo provvisorio della repubblica napoletana del 1799. Con appendice di documenti (VIII e 120 pp.) Tübingen 1960.

Vol. 37/38: Holtzmann, Walther: Kanonistische Ergänzungen zur Italia Pontificia (157 pp.) Tübingen 1959. (esaurito)
 

Distribuzione

I volumi 1-17, fasc. 1, sono stati pubblicati da Loescher, Roma; i volumi 17, fasc. 2, fino volume 33 da Regenberg, Roma; a partire dal volume 34 la rivista esce presso il Max Niemeyer Verlag, Tübingen, ora De Gruyter, Berlin-Boston.
Ristampa dei volumi 1-32 presso la Bottega d'Erasmo, Torino; ristampa dei volumi 1, 3-9, 11, 12, 14, 15, 17, 18, 20-24, 26, 28, 29, 33, 36 e 37 presso Schmidt Periodicals, Bad Feilnbach.
I volumi 1-79 possono esser acquistati presso Schmidt Periodicals; il volume 39 è esaurito; a partire da vol. 80 i volumi possono essere acquistati presso la casa editrice De Gruyter, in Italia anche presso Ellediemme.